Novità
PDF

Convivio

  • Lingua italiano
  • Pagine 301
  • Formato pdf (digitale)
  • Anno di pubblicazione 2021
  • A cura di Walter Raffaelli
€ 1,00
iva inclusa
quantità
Il Convivio è un saggio dottrinario composto da Dante Alighieri nei primi anni dell’esilio, ovvero tra il 1304 e il 1307. L’intento dell’autore era quello di fornire un banchetto di sapienza a tutti coloro che, pur essendo dotati di animo gentile, non hanno potuto dedicarsi agli studi a causa di occupazioni familiari e civili. Il progetto iniziale di Dante era di scrivere un’opera in lingua volgare (destinata quindi anche a coloro che non conoscessero il latino) ripartita in quindici trattati, il primo dei quali con funzione introduttiva e i restanti quattordici di commento ad altrettante canzoni. Dante si ferma però al quarto trattato, commentando le sole tre canzoni Voi che ‘ntendendo il terzo ciel movete, Amor che ne la mente mi ragiona e Le dolci rime d’amor ch’i’ solìa. Ciò perché si pensa avesse già in mente lo schema di un’opera superiore: la "Commedia". Il termine ‘convivio’ deriva dal latino convivium e può essere tradotto come banchetto, simposio. L’opera è quindi una mensa («convivio»), che offre ai partecipanti (ovvero a coloro che hanno desiderio di sapere e conoscere) una difficile pietanza («vivanda»), accompagnata dal pane, il quale ne faciliterà l’assimilazione. Alla vivanda corrisponderanno le canzoni, mentre al pane i vari commenti esplicativi.

Ultimi prodotti visualizzati